menu

Portale

Semplificazione
PNRR

9. SVOLGIMENTO DELLE PROCEDURE

9.4. Gli altri requisiti di partecipazione alla gara

9.4.f. Avvalimento

FONTE CHI AZIONE
D. Lgs.50/2016 art.104 STAZIONE APPALTANTE L’avvalimento è il contratto con il quale una o più imprese ausiliarie si obbligano a mettere a disposizione di un operatore economico che concorre in una procedura di gara dotazioni tecniche e risorse umane e strumentali per tutta la durata dell’appalto. È concluso in forma scritta, a pena di nullità, con indicazione specifica delle risorse messe a disposizione dell’operatore economico ed è normalmente oneroso, salvo che non porti un beneficio all’impresa ausiliaria.
Se il contratto di avvalimento è concluso per acquisire un requisito necessario alla partecipazione a una procedura di aggiudicazione di un appalto di lavori di importo pari o superiore a euro 150.000, o di un appalto di servizi e forniture, esso ha per oggetto le dotazioni tecniche e le risorse che avrebbero consentito all’operatore economico di ottenere l’attestazione di qualificazione richiesta.
Se il contratto di avvalimento è stipulato per acquisire il titolo abilitativo richiesto per la partecipazione alla procedura di aggiudicazione ai sensi dell’articolo 100, comma 3, o per acquisire i titoli di studio o professionali necessari all’esecuzione della prestazione oggetto dell’appalto, i lavori o i servizi sono eseguiti direttamente dall’impresa ausiliaria e, necessariamente, si applicano le disposizioni in materia di subappalto.
Il contratto di avvalimento (in originale o in copia autentica) va allegato alla domanda di partecipazione specificando se intende avvalersi delle risorse altrui per acquisire un requisito di partecipazione o per migliorare la propria offerta, e allega, nel caso di avvalimento per acquisizione di titoli abilitativi, la certificazione di possesso del titolo abilitativo dell’ausiliario che, inoltre, deve dichiarare:
a)    di essere in possesso dei requisiti di ordine generale di cui agli articoli da 94 a 98, compresi, del D.Lgs. 36/2023;
b)    di essere in possesso dei requisiti di ordine speciale (art.100 del D.Lgs. 36/2023) per i servizi e le forniture;
c)     di impegnarsi verso l’operatore economico e verso la stessa Stazione Appaltante a mettere a disposizione per tutta la durata dell’appalto le risorse oggetto del contratto di avvalimento.
In caso di dichiarazioni mendaci dell’ausiliario, il soggetto ausiliato, entro un termine non superiore a dieci giorni indicato dalla Stazione Appaltante, indica un altro soggetto ausiliario idoneo senza, però, portare a una modifica sostanziale dell’offerta dell’operatore economico. In caso di ritardo nella comunicazione del nuovo ausiliario il concorrente è escluso dalla gara.
L’ausiliario deve essere in possesso dei requisiti dichiarati (con modalità di cui agli articoli 91 e 105 del nuovo codice) e non devono sussistere motivi di esclusione ai sensi degli articoli da 94 a 98, compresi, del D.Lgs. 36/2023: per il concorrente è ammissibile sostituire gli ausiliari che non soddisfino criteri di selezione o nei confronti dei quali vi siano motivi di esclusione.
Il concorrente e l'ausiliario sono responsabili in solido nei confronti della Stazione Appaltante in relazione alle prestazioni oggetto del contratto: anche gli obblighi antimafia si applicano anche nei confronti dell’ausiliario, in ragione dell'importo dell'appalto posto a base di gara.
Il contratto è in ogni caso eseguito dal concorrente che partecipa alla gara, alla quale è rilasciato il certificato di esecuzione, salvo quando sia prevista l’esecuzione direttamente dall’ausiliario (comma 3 dell’art.104 del nuovo codice).
In relazione a ciascun affidamento la Stazione Appaltante tramite il RUP, in corso d'esecuzione, effettua le verifiche sostanziali del permanere del possesso dei requisiti e delle risorse oggetto dell'avvalimento da parte dell'ausiliario e sull'effettivo impiego delle risorse medesime nell'esecuzione dell'appalto. Conseguentemente il RUP deve inviare ad entrambe le parti del contratto di avvalimento le comunicazioni inerenti all'esecuzione dei lavori (modalità secondo art. 29 del nuovo codice).
La Stazione Appaltante trasmette all'Autorità tutte le dichiarazioni di avvalimento, indicando altresì l'aggiudicatario, per l'esercizio della vigilanza, e per la prescritta pubblicità.
L'avvalimento non è ammesso per soddisfare il requisito dell'iscrizione all'Albo nazionale dei gestori ambientali (art. 212 del D.Lgs. 03.04.2006, n.152).
Nel caso di appalti di lavori, di appalti di servizi e operazioni di posa in opera o installazione nel quadro di un appalto di fornitura, può essere previsto, nei documenti di gara, che taluni compiti essenziali, siano direttamente svolti dall'offerente o, nel caso di un'offerta presentata da un raggruppamento di operatori economici, da un partecipante al raggruppamento.
Nei soli casi di avvalimento finalizzato a migliorare l’offerta, non è acconsentita la partecipazione alla medesima gara separatamente dell’impresa ausiliaria e di quella ausiliata

Documenti