menu

Portale

Semplificazione
PNRR

4. GARA E CONTRATTO

4.2. Procedura di gara – invito/bando (CHI: Stazione Appaltante – Imprese – Soggetti direttamente coinvolti nella procedura di gara)

4.2.d. Procedura negoziata con invito (senza bando) PNRR

FONTE CHI AZIONE


Art. 36 D. Lgs. n. 50/2016, c. 2 b

D. Lgs. n. 50/2016, art. 63

RUP / STAZIONE APPALTANTE

La Stazione Appaltante può procedere all’affidamento con procedura negoziata:
- per lavori da € 150.000 a € 1.000.000, procedura negoziata senza bando con invito ad almeno cinque operatori economici;
- per lavori da € 1.000.000 alla soglia comunitaria, procedura negoziata senza bando con invito ad almeno dieci operatori economici.
Le modifiche introdotte dal D.L. n. 77/2021 (L. n. 108/2021, art. 51) restano in vigore per progetti con finanziamento PNRR e PNC.
La Stazione Appaltante individua il contraente tramite una consultazione di operatori economici, nel rispetto di un criterio di rotazione degli inviti, che tenga conto anche di una diversa dislocazione territoriale delle imprese invitate, che sono individuate in base ad indagini di mercato o tramite elenchi di operatori economici, per l’affidamento di servizi e forniture.
Nella lettera di invito è specificato il termine di scadenza per la presentazione dell’offerta da parte dell’operatore. L’offerta deve contenere la documentazione amministrativa attestante il possesso dei requisiti di partecipazione, l’offerta tecnica, l’offerta economica e l’ulteriore documentazione richiesta.
D.L. n. 77/2021 - L. n. 108 del 2021, art. 48 RUP / STAZIONE APPALTANTE La Stazione Appaltante può utilizzare la Procedura negoziata senza bando per Progetti PNRR, per i settori speciali nella misura strettamente necessaria, quando, per ragioni di estrema urgenza derivanti da circostanze imprevedibili, non imputabili alla stazione appaltante stessa, l’applicazione dei termini, anche abbreviati, previsti dalle procedure ordinarie può compromettere la realizzazione degli obiettivi o il rispetto dei tempi di attuazione di cui al PNRR nonché al PNC e ai programmi cofinanziati dai fondi strutturali dell’Unione Europea.
D.L. n. 77/2021 - L. n. 108 del 2021, art. 48 RUP / STAZIONE APPALTANTE Al solo scopo di assicurare la trasparenza, le stazioni appaltanti danno evidenza dell’avvio delle procedure negoziate di cui al presente comma mediante i rispettivi siti internet istituzionali. La pubblicazione non costituisce ricorso a invito, avviso o bando di gara a seguito del quale qualsiasi operatore economico può presentare un’offerta.
D. Lgs. n. 50/2016, art. 75 RUP / STAZIONE APPALTANTE Gli inviti sono inviati simultamente a tutti i candidati con posta elettronica certificata.
D. Lgs. n. 50/2016, art. 74 RUP / STAZIONE APPALTANTE I documenti di gara sono resi disponibili per via elettronica o viene esplicitato nell'invito che saranno trasmessi per posta elettronica (documentazione riservata).
D. Lgs. n. 50/2016, art. 110 RUP / STAZIONE APPALTANTE In caso di recesso dal contratto o caso di dichiarazione giudiziale di inefficacia del contratto, il RUP può applicare la procedura di interpello attuata interpellando progressivamente i soggetti che hanno partecipato all'originaria procedura di gara, come risultanti dalla relativa graduatoria, al fine di stipulare un nuovo contratto per l'affidamento dell'esecuzione o del completamento dei lavori, servizi o forniture.
D. Lgs. n. 50/2016, art. 89 RUP / STAZIONE APPALTANTE Il RUP applica la procedura di avvalimento nel caso in cui l'operatore economico, singolo o in raggruppamento, per un determinato appalto, soddisfi la richiesta relativa al possesso dei requisiti di carattere economico, finanziario, tecnico e professionale necessari per partecipare ad una procedura di gara, avvalendosi delle capacità di altri soggetti, anche partecipanti al raggruppamento, a prescindere dalla natura giuridica dei suoi legami con questi ultimi.
Non possono essere oggetto di avvalimento i requisiti di cui all’art. 80 del D. Lgs. n. 50/2016.
D. Lgs. n. 50/2016, art.34
MTE circolare n. 256 del 23/06/2022
RUP / STAZIONE APPALTANTE Nella lettera di invito il RUP specifica il riferimento all'applicazione dei Criteri Ambientali Minimi (CAM).
MTE D.M. n. 256 del 23/06/2022 RUP / STAZIONE APPALTANTE E' auspicabile effettuare l'aggiudicazione secondo il criterio dell'offerta tecnico economica più vantaggiosa utilizzando punteggi premianti in materia di qualificazione, competenza e sostenibilità ambientale come definiti nella normativa CAM Edilizia 2022, e anche relativamente al rispetto dei principi trasversali (inclusione, parità d genere, etc.).

D. Lgs. n. 50/2016, art. 32, c. 8

RUP

Dopo la fase di scelta del contraente e l'aggiudicazione definitiva dell'appalto, la stipula del contratto deve avvenire nel termine stabilito e cioè 60 giorni dall'aggiudicazione definitiva.
Sussiste l'Ipotesi di danno erariale e responsabilità dirigenziale in caso di non rispetto delle tempistiche.
ll mancato rispetto dei termini per la aggiudicazione e la mancata tempestiva stipulazione del contratto (60 giorni dalla aggiudicazione definitiva) ed il tardivo avvio dell’esecuzione dello stesso possono essere valutati ai fini della responsabilità del responsabile unico del procedimento per danno erariale e, qualora imputabili all’operatore economico, costituiscono causa di esclusione dell’operatore dalla procedura o di risoluzione del contratto per inadempimento che viene senza indugio dichiarata dalla stazione appaltante e opera di diritto.
D. Lgs. n. 50/2016, art. 93
LINEE GUIDA ANAC N. 4
RUP L’offerta dell’operatore economico deve essere corredata da una garanzia fideiussoria denominata “garanzia provvisoria” pari, generalmente, al 2% del prezzo base indicato per l’appalto, sotto forma di cauzione o fideiussione. Tutto ciò a garanzia di eventuale mancata sottoscrizione del contratto dopo l’aggiudicazione da parte all’affidatario ovvero all’adozione di informazione antimafia interdittiva emessa ai sensi degli artt. 84 e 91 del D. Lgs. n. 159 del 6 settembre 2011.
Circolare MEF n. 30 - Linee Guida per controllo e rendicontazione misure PNRR RUP

Nelle lettere di invito devono essere inseriti gli elementi relativi alle condizionalità PNRR relative all’appalto per il rispetto di:
- Milestone & target;
- Ulteriori requisiti connessi alla Misura PNRR a cui è associato il progetto;
- DNSH;
- Principi trasversali;
- Titolare effettivo;
- Conflitto di interesse.

Circolare MEF n. 33 - Guida operativa per il rispetto del DNSH RUP
MTE D.M. n. 256 del 23/06/2022 RUP E' opportuno che venga effettuato l'aggiornamento dell’Elenco di operatori economici accreditati presso l’Amministrazione con la richiesta di attestazioni di competenze di tipo ambientale (come indicate nei CAM).
  RUP Per l'affidamento di servizi di progettazione rif. scheda 3.2.d.

Documenti