menu

Portale

Semplificazione
PNRR

3. PROGETTAZIONE

3.3. Gestione del progetto (CHI: RUP - Progettista)

3.3.f. Progetto Esecutivo PNRR - Contenuti specifici

FONTE CHI AZIONE
Circolare RGS n. 33 del 13.10.2022 PROGETTISTA / RUP E’ necessario produrre una “Relazione di verifica del rispetto del principio DNSH” che asseveri la conformità del progetto al principio di non arrecare danno significativo a sei obiettivi ambientali. Tale vincolo si traduce in una valutazione di conformità degli interventi al principio del “Do No Significant Harm” (DNSH), con riferimento al sistema di tassonomia delle attività ecosostenibili indicato all’art. 17 del Regolamento (UE) 2020/852. La Relazione dovrà essere redatta secondo le specificità del progetto e della Misura-Componente-Investimento in cui è inquadrato, seguendo le indicazioni della Guida operativa al DNSH, quindi declinando il criterio della Mitigazione del cambiamento climatico secondo il Regime 1 (contributo sostanziale alla mitigazione climatica) o secondo il Regime 2; si deve procedere alla verifica e al rispetto di ognuno dei sei criteri ambientali, in fase ex-ante (progetto) ed ex-post (realizzazione): Adattamento ai cambiamenti climatici – Uso sostenibile e protezione delle acque e delle risorse marine – Economia circolare – Prevenzione e riduzione dell’inquinamento – Protezione e ripristino della biodiversità e degli Ecosistemi. La Relazione sarà accompagnata dalla compilazione delle Check-list specifiche per l’opera oggetto del finanziamento PNRR, file in excel, seguendo la stessa numerazione e Regime delle schede prese in analisi per la verifica del DNSH.
PAN GPP – D. Interm. 11/04/2008 e agg. con D.M. 10 aprile 2013

D.M. 10/03/2020 - CAM per il servizio di gestione del verde pubblico e la fornitura di prodotti per la cura del verde;
D.M. 23/06/2022 - CAM per l’affidamento del servizio di progettazione ed esecuzione dei lavori di interventi edilizi;
D.M. 27/09/2017 - CAM per l’acquisizione di sorgenti luminose per illuminazione pubblica, l’acquisizione di apparecchi per illuminazione pubblica, l’affidamento del servizio di progettazione di impianti per illuminazione pubblica;
D.M. 05/02/2015 - CAM per l’acquisto di articoli per l’arredo urbano
PROGETTISTA / RUP E’ necessario produrre una “Relazione di verifica del rispetto dei criteri ambientali minimi”.
Con la Relazione di verifica dei CAM, per ogni criterio ambientale minimo, è necessario descrivere le scelte progettuali che garantiscono la conformità al criterio; indicare gli elaborati progettuali in cui sono rinvenibili i riferimenti ai requisiti relativi al rispetto dei criteri ambientali minimi; dettagliare i requisiti dei materiali e dei prodotti da costruzione in conformità ai criteri ambientali minimi e indicare i mezzi di prova che l’esecutore dei lavori dovrà presentare alla direzione lavori (D.M. 23/06/2022, art. 2.2.1 Relazione CAM). Nella Relazione tecnica CAM, inoltre, il progettista dà evidenza del contesto progettuale e delle motivazioni tecniche che hanno portato all’eventuale applicazione parziale o mancata applicazione dei criteri ambientali minimi. Ciò può avvenire, ad esempio, per i seguenti motivi:
- prodotto o materiale da costruzione non previsto dal progetto;
- particolari condizioni del sito che impediscono la piena applicazione di uno o più criteri ambientali minimi, ad esempio ridotta superficie di intervento in aree urbane consolidate che ostacola la piena osservanza della percentuale di suolo permeabile o impossibilità di modifica delle facciate di edifici esistenti per garantire la prestazione richiesta sull’illuminazione naturale;
- particolari destinazioni d’uso, quali locali tecnici o di servizio, magazzini, strutture ricettive a bassa frequentazione, per le quali non sono congruenti le specifiche relative alla qualità ambientale interna e alla prestazione energetica.
Circolare RGS n. 33 del 13.10.2022 PROGETTISTA / RUP Inserire gli articoli necessari al riscontro dei criteri DNSH e del rispetto dei CAM nello Schema di Contratto e nel Capitolato Speciale d’Appalto.

Documenti