menu

Portale

Semplificazione
PNRR

9. FORME DI PARTENARIATO PUBBLICO-PRIVATO

9.1. Forme di partenariato

9.1.b. Programmazione

FONTE CHI AZIONE
D. Lgs. n.36/2023 art. 175 STAZIONE APPALTANTE

Le pubbliche amministrazioni adottano il programma triennale delle esigenze pubbliche idonee a essere soddisfatte attraverso forme di partenariato pubblico-privato.
Il ricorso al partenariato pubblico-privato è preceduto da una valutazione preliminare di convenienza e fattibilità.
Nei casi di progetti di interesse statale oppure di progetti finanziati con contributo a carico dello Stato, per i quali non sia già previsto che si esprima il CIPESS, gli enti concedenti interessati a sviluppare i progetti secondo la formula del partenariato pubblico-privato, il cui ammontare dei lavori o dei servizi sia di importo pari o superiore a 250 milioni di euro, richiedono parere, ai fini della valutazione preliminare di cui al comma 2, al CIPESS, sentito il Nucleo di consulenza per l'attuazione delle linee guida per la regolazione dei servizi di pubblica utilità (NARS).
Le regioni e gli enti locali possono richiedere il parere del Dipartimento della programmazione economica quando la complessità dell'operazione contrattuale lo richieda.
L'ente concedente, sentito l'operatore economico, affida al RUP le funzioni di responsabile unico del progetto di partenariato. Il responsabile coordina e controlla, sotto il profilo tecnico e contabile, l'esecuzione del contratto, verificando costantemente il rispetto dei livelli di qualità e quantità delle prestazioni.
L'ente concedente esercita il controllo sull'attività dell'operatore economico, verificando in particolare la permanenza in capo all'operatore economico del rischio operativo trasferito. L'operatore economico fornisce tutte le informazioni necessarie allo scopo, con le modalità stabilite nel contratto.
Il monitoraggio dei partenariati pubblici privati è affidato alla Presidenza del Consiglio dei ministri - Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica e al Ministero dell'economia e delle finanze - Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato (che lo esercitano tramite l'accesso ad un apposito portale sul monitoraggio dei contratti di partenariato pubblico privato istituito presso la Ragioneria generale dello Stato).

Documenti