menu

Portale

Semplificazione
PNRR

9. FORME DI PARTENARIATO PUBBLICO-PRIVATO

9.1. Forme di partenariato

9.1.a. Nozioni

FONTE CHI AZIONE
D. Lgs.n. 36/2023 art. 174 RUP / STAZIONE APPALTANTE

Il nuovo codice, dedica l’intero Libro IV al partenariato pubblico-privato e alle concessioni, razionalizzando e semplificando tale materia rispetto al precedente.
Nella prima parte vengono previste disposizioni generali che hanno il pregio di definire la complessa materia. Considerato che si tratta di procedure e contratti di uso poco frequente, in questa e nelle prossime schede si segnaleranno solo gli aspetti principali del partenariato pubblico privato – PPP, rinviando direttamente al codice per eventuali approfondimenti.

L’art. 174, opportunamente, definisce il PPP come una operazione economica in cui ricorrono congiuntamente le seguenti caratteristiche:
a) tra un ente concedente e uno o più operatori economici privati è instaurato un rapporto contrattuale di lungo periodo per raggiungere un risultato di interesse pubblico;
b) la copertura dei fabbisogni finanziari connessi alla realizzazione del progetto proviene in misura significativa da risorse reperite dalla parte privata, anche in ragione del rischio operativo assunto dalla medesima;
c) alla parte privata spetta il compito di realizzare e gestire il progetto, mentre alla parte pubblica quello di definire gli obiettivi e di verificarne l'attuazione;
d) il rischio operativo connesso alla gestione dei servizi è allocato in capo al soggetto privato.
Viene anche definito cosa si intenda per ente concedente, cioè, l’amministrazione aggiudicatrice e l’ente aggiudicatore come a loro volta definiti nella direttiva 2014/23/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 febbraio 2014 (direttiva recepita in Italia con il vecchio codice, D.Lgs.n.50/2016).
Viene poi spiegata la distinzione tra partenariato contrattuale e partenariato istituzionale.
Il primo comprende le figure della concessione, della locazione finanziaria e del contratto di disponibilità, nonché gli altri contratti stipulati dalla pubblica amministrazione con operatori economici privati e siano diretti a realizzare interessi meritevoli di tutela.
Il partenariato pubblico-privato di tipo istituzionale si realizza attraverso la creazione di un ente partecipato congiuntamente dalla parte privata e da quella pubblica ed è disciplinato dal testo unico in materia di società a partecipazione pubblica (D.Lgs.n.175/2016) e dalle altre norme speciali di settore.
I contratti di partenariato pubblico-privato possono essere stipulati solo da enti concedenti qualificati ai sensi dell'articolo 63 (sulla qualificazione delle stazioni appaltanti e delle centrali di committenza).

Documenti