menu

Portale

Semplificazione
PNRR

7. PROCEDURE COMUNI PER SOPRA E SOTTO SOGLIA

7.1. Soggetti

7.1.c. Operatori economici

FONTE CHI AZIONE
D.lgs n. 36/2023 All.I.1 art.1, c. 1.l OPERATORI ECONOMICI

Si definisce operatore economico qualsiasi persona o ente, anche senza scopo di lucro, che, a prescindere dalla forma giuridica e dalla natura pubblica o privata, può offrire sul mercato, in forza del diritto nazionale, prestazioni di lavori, servizi o forniture corrispondenti a quelli oggetto della procedura di evidenza pubblica;;

D.lgs n. 36/2023 art. 65, c. 2 OPERATORI ECONOMICI

Rientrano nella definizione di operatori economici:
a) gli imprenditori individuali, anche artigiani, e le società, anche cooperative;
b) i consorzi fra società cooperative di produzione e lavoro
c) i consorzi tra imprese artigiane
d) i consorzi stabili, costituiti anche in forma di società consortili, tra imprenditori individuali, anche artigiani, società commerciali, società cooperative di produzione e lavoro; i consorzi stabili sono formati da non meno di tre consorziati che, con decisione assunta dai rispettivi organi deliberativi, abbiano stabilito di operare in modo congiunto nel settore dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture per un periodo di tempo non inferiore a cinque anni, istituendo a tal fine una comune struttura di impresa
e) i raggruppamenti temporanei di concorrenti, costituiti o costituendi dai soggetti di cui alle lettere precedenti i quali, prima della presentazione dell'offerta, abbiano conferito mandato collettivo speciale con rappresentanza ad uno di essi, qualificato mandatario, il quale esprime l'offerta in nome e per conto proprio e dei mandanti;
f) i consorzi ordinari di concorrenti, costituiti o costituendi tra i soggetti di cui alle lettere a), b), c) e d) del presente comma, anche in forma di società
g) le aggregazioni tra le imprese aderenti al contratto di rete;
h) i soggetti che abbiano stipulato il contratto di gruppo europeo di interesse economico (GEIE)

D lgs n. 36/2023 art. 100 c. 2. STAZIONI APPALTANTI Le stazioni appaltanti richiedono agli operatori economici requisiti di partecipazione proporzionati e attinenti all’oggetto dell’appalto.
D lgs n. 36/2023 art. 100 c. 3. OPERATORI ECONOMICI

Per le procedure di aggiudicazione di appalti di servizi e forniture le stazioni appaltanti richiedono l’iscrizione nel registro della camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura o nel registro delle commissioni provinciali per l’artigianato o presso i competenti ordini professionali per un’attività pertinente anche se non coincidente con l’oggetto dell’appalto.
All’operatore economico di altro Stato membro non residente in Italia è richiesto di dichiarare ai sensi del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa, di cui al DPR del 28 dicembre 2000, n. 445, di essere iscritto in uno dei registri professionali o commerciali di cui all’allegato II.11.

D lgs n. 36/2023 art. 100 c. 11 STAZIONI APPALTANTI

Fino alla data di entrata in vigore del regolamento, per le procedure di aggiudicazione di appalti di servizi e forniture, le stazioni appaltanti possono richiedere agli operatori economici
· quale requisito di capacità economica e finanziaria un fatturato globale non superiore al doppio del valore stimato dell’appalto, maturato nel triennio precedente a quello di indizione della procedura. In caso di procedure di aggiudicazione suddivise in pluralità di lotti, salvo diversa motivata scelta della stazione appaltante, il fatturato è richiesto per ciascun lotto.
· quale requisito di capacità tecnica e professionale di aver eseguito nel precedente triennio dalla data di indizione della procedura di gara contratti analoghi a quello in affidamento anche a favore di soggetti privati

D.lgs n. 36/2023 art. 65, c. 1 STAZIONI APPALTANTI

Le Stazioni Appaltanti ammettono alle procedure di affidamento gli operatori economici nazionali nonché gli operatori economici stabiliti in altri Stati membri, costituiti conformemente alla legislazione vigente nei rispettivi Paesi.

     
D.lgs n. 36/2023 art. 66, c.1 OPERATORI ECONOMICI

Possono partecipare alle procedure di affidamento dei servizi attinenti all'architettura e all'ingegneria i seguenti soggetti:
a) i prestatori di servizi di ingegneria e architettura: i professionisti singoli, associati,
b) le società tra professionisti che sono costituite esclusivamente tra professionisti iscritti negli appositi albi previsti dai vigenti ordinamenti professionali
c) società di ingegneria, che non hanno i requisiti delle società tra professionisti, ma sono costituite quali società di capitali, oppure nella forma di società cooperative,
d) consorzi, i GEIE e i raggruppamenti temporanei fra i soggetti di cui sopra che forniscono, servizi di ingegneria e di architettura, operando sul mercato, nonché attività tecnico-amministrative e studi di fattibilità economico-finanziaria ad esse connesse, e i soggetti con qualifica di restauratore di beni culturali, gli archeologi professionisti, singoli e associati, e le società da essi costituite
e) i prestatori di servizi di ingegneria e stabiliti in altri Stati membri, costituiti conformemente alla legislazione vigente nei rispettivi Paesi;
f) altri soggetti abilitati a offrire servizi di ingegneria e di architettura,;
g) i raggruppamenti temporanei costituiti dai soggetti di cui alle lettere precedenti;
h) i consorzi stabili di società di professionisti e di società di ingegneria, formati da non meno di tre consorziati che abbiano operato nei settori dei servizi di ingegneria e architettura

D.lgs n. 36/2023 art. 66, c. 2 OPERATORI ECONOMICI

Per la partecipazione alle procedure di affidamento di servizi di ingegneria e architettura gli operatori economici indicati devono possedere i requisiti minimi stabiliti nella Parte V dell’allegato II.12. Le società, per un periodo di cinque anni dalla loro costituzione, possono documentare il possesso dei requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi richiesti dal bando di gara anche con riferimento ai requisiti dei soci delle società, qualora costituite nella forma di società di persone o di società cooperativa, e dei direttori tecnici o dei professionisti dipendenti della società con rapporto a tempo indeterminato, qualora costituite nella forma di società di capitali, nonché dei soggetti di cui alla lettera e) del comma 1, i cui requisiti minimi sono stabiliti nel predetto allegato

D.lgs n. 36/2023 All. II.12, Parte V art. 34 - 40 OPERATORI ECONOMICI

L’allegato II.12 disciplina il Sistema di qualificazione degli operatori economici.
Nella Parte V dell’allegato dall’art 34 all’art 40 sono disciplinati i requisiti richiesti alle diverse tipologie di operatori economici per la partecipazione alle procedure di affidamento di servizi di ingegneria e architettura
In particolare sono indicati requisiti richiesti ai professionisti singoli, alle società di ingegneria ,ai consorzi stabili di società di professionisti e di società di ingegneria e dei GEIE e ai raggruppamenti temporanei
Inoltre all’art. 40 è disciplinata la verifica dei requisiti e delle capacità

D.lgs n. 36/2023 art. 65, c. 3 STAZIONI APPALTANTI

Le stazioni appaltanti possono imporre alle persone giuridiche di indicare, nell'offerta o nella domanda di partecipazione a procedure per l’affidamento di appalti, il nome e le qualifiche professionali delle persone fisiche incaricate di fornire le specifiche prestazioni e possono esigere che taluni compiti essenziali siano direttamente svolti dall'offerente

D.lgs n. 36/2023 art. 67 OPERATORI ECONOMICI

L’ammissione dei consorzi alle procedure di affidamento è indicata all’art.67
I consorzi eseguono le prestazioni o con la propria struttura o tramite i consorziati indicati in sede di gara senza che ciò costituisca subappalto, ferma la responsabilità solidale nei confronti della stazione appaltante
Possono essere oggetto di avvalimento solo i requisiti maturati dallo stesso consorzio.
I requisiti di capacità tecnica e finanziaria per l'ammissione alle procedure di affidamento di appalti di servizi e forniture, sono computati cumulativamente in capo al consorzio ancorché posseduti dalle singole imprese consorziate

D.lgs n. 36/2023 art. 68 OPERATORI ECONOMICI

La presentazione di offerte da parte di soggetti associati in raggruppamenti temporanei e consorzi ordinari è regolamentata dall’art.68
I raggruppamenti temporanei non possono essere obbligati ad avere una forma giuridica specifica ai fini della presentazione di un'offerta o di una domanda di partecipazione.
Per la costituzione del raggruppamento temporaneo gli operatori economici devono conferire, con un unico atto, mandato collettivo speciale con rappresentanza ad uno di essi; detto mandatario e Il mandato devono risultare da scrittura privata autenticata
Al mandatario spetta la rappresentanza esclusiva dei mandanti nei confronti della stazione appaltante per tutte le operazioni e gli atti di qualsiasi natura dipendenti dall'appalto, anche dopo il collaudo, o atto equivalente, fino all’estinzione di ogni rapporto
Il rapporto di mandato non determina di per sé organizzazione o associazione degli operatori economici riuniti, ognuno dei quali conserva la propria autonomia ai fini della gestione, degli adempimenti fiscali e degli oneri sociali.
L'offerta degli operatori economici raggruppati o dei consorziati determina la loro responsabilità solidale nei confronti della stazione appaltante, nonché nei confronti del subappaltatore e dei fornitori.
È vietata l'associazione in partecipazione sia durante la procedura di gara sia successivamente all'aggiudicazione

D.lgs n. 36/2023 art. 69 OPERATORI ECONOMICI

Se sono contemplati dagli allegati 1, 2, 4 e 5 e dalle note generali dell'appendice 1 dell'Unione europea dell’Accordo sugli Appalti Pubblici (AAP) e dagli altri accordi internazionali cui l'Unione è vincolata, le stazioni appaltanti applicano alle forniture, ai servizi e agli operatori economici dei Paesi terzi firmatari di tali accordi un trattamento non meno favorevole di quello concesso ai sensi del codice

ANAC, Delibera 262 del 20/06/2023 STAZIONI APPALTANTI / OPERATORI ECONOMICI

In data 20 giugno 2023 l'Anac ha approvato la Delibera 262 avente per oggetto "Adozione del provvedimento di cui all’articolo 24, comma 4, del decreto legislativo 31 marzo 2023, n. 36 d’intesa con il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e con l’Agenzia per l’Italia Digitale" , riguardante il FASCICOLO VIRTUALE DELL'OPERATORE ECONOMICO (FVOE)
Questa delibera è entrata in vigore il 1° luglio 2023, acquisterà efficacia a decorrere dal 1° gennaio 2024

ANAC, Delibera 272 del 20/06/2023 STAZIONI APPALTANTI / OPERATORI ECONOMICI

Con Delibera 272 del 20 giugno 2023 l'ANAC ha approvato il Regolamento per la gestione del Casellario Informatico dei contratti pubblici di servizi e forniture, ai sensi dell’art. 222, comma 10, del d.lgs. 31 marzo 2023, n. 36, entrato in vigore il 1 luglio 2023

Documenti