menu

Portale

Semplificazione
PNRR

5. ESECUZIONE E MONITORAGGIO

5.3. Collaudo (CHI: RUP - Direzione Lavori - Collaudatore)

5.3.d. Trasparenza e pubblicità

FONTE CHI AZIONE
D. Lgs. 14 marzo 2013, n. 33, artt. da 1 a 53 STAZIONE APPALTANTE / RUP / IMPRESA E' necessario verificare la corretta pubblicazione dei dati relativi alla gara d'appalto nella sezione "Amministrazione trasparente" del sito web istituzionale.
Circolare MEF 10 febbraio 2022, n. 9 STAZIONE APPALTANTE / RUP / IMPRESA E' necessario verificare l'esistenza di apposita sezione denominata "Attuazione misure PNRR" del sito web istituzionale destinata alla pubblicazione dei dati relativi alla gara d'appalto PNRR.
Regolamento (UE) 2021/241 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 12 febbraio 2021, art. 34 STAZIONE APPALTANTE / RUP / IMPRESA E' necessario verificare la corretta ed efficace comunicazione e informazione in merito agli appalti PNRR (loghi, testi, ecc.). La Commissione impone agli Stati membri (e alle rispettive stazioni appaltanti) di porre in essere attività di comunicazione per garantire la visibilità del finanziamento dell'Unione per il sostegno finanziario previsto nel pertinente piano per la ripresa e la resilienza. I destinatari dei finanziamenti dell'Unione rendono nota l'origine degli stessi e ne garantiscono la visibilità, anche, ove opportuno, attraverso il logo dell'Unione e una dichiarazione adeguata sul finanziamento che recita «finanziato dall'Unione europea - NextGenerationEU», in particolare quando promuovono azioni e risultati, diffondendo informazioni coerenti, efficaci e proporzionate destinate a pubblici diversi, tra cui i media e il vasto pubblico.
Regolamento (UE) 2021/241 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 12 febbraio 2021, art. 22 STAZIONE APPALTANTE / RUP / IMPRESA E' necessario verificare la sana gestione finanziaria e la prevenzione di frodi, conflitti di interesse, corruzione e riciclaggio. Per prevenire le frodi, la stazione appaltante deve raccogliere i seguenti dati: a) nome del destinatario finale dei fondi; b) nome dell'appaltatore e del subappaltatore, ove il destinatario finale dei fondi sia un'amministrazione aggiudicatrice ai sensi delle disposizioni nazionali o dell'Unione in materia di appalti pubblici; c) nome/i, cognome/i e data di nascita del/dei titolare/i effettivo/i del destinatario dei fondi o appaltatore, ai sensi dell'art. 3, punto 6, della direttiva (UE) 2015/849 del Parlamento europeo e del Consiglio; d) elenco di eventuali misure per l'attuazione di riforme e progetti di investimento nell'ambito del piano per la ripresa e la resilienza con l'importo totale del finanziamento pubblico di tali misure e con l'indicazione dell'importo dei fondi erogati nell'ambito del dispositivo e di altri fondi dell'Unione.
D. Lgs. 18 aprile 2016, n. 50, art. 29, c. 1 e 2 (comma così sostituito dall'art. 53, c. 5, lett. a), sub. 2), L. n. 108 del 2021) STAZIONE APPALTANTE / RUP / IMPRESA Le amministrazioni aggiudicatrici e gli enti aggiudicatori pubblicano, nel proprio profilo del committente, i progetti di fattibilità relativi alle grandi opere infrastrutturali e di architettura di rilevanza sociale, aventi impatto sull’ambiente, sulla città o sull’assetto del territorio, nonché gli esiti della consultazione pubblica, comprensivi dei resoconti degli incontri e dei dibattiti con i portatori di interesse. I contributi e i resoconti sono pubblicati, con pari evidenza, unitamente ai documenti predisposti dall’amministrazione e relativi agli stessi lavori. Tutte le informazioni inerenti agli atti delle amministrazioni aggiudicatrici e degli enti aggiudicatori relativi alla programmazione, alla scelta del contraente, all’aggiudicazione e all’esecuzione di lavori, servizi e forniture relativi all’affidamento, inclusi i concorsi di progettazione e i concorsi di idee e di concessioni sono gestite e trasmesse tempestivamente alla Banca Dati Nazionale dei Contratti pubblici dell’ANAC attraverso le piattaforme telematiche ad essa interconnesse.
L. 6 novembre 2012, n. 190, art. 1, c. 15 STAZIONE APPALTANTE / RUP / IMPRESA La trasparenza amministrativa è assicurata mediante la pubblicazione, nei siti web istituzionali delle pubbliche amministrazioni, delle informazioni relative ai procedimenti amministrativi, secondo criteri di facile accessibilità, completezza e semplicità di consultazione, nel rispetto delle disposizioni in materia di segreto di Stato, di segreto d’ufficio e di protezione dei dati personali. Nei siti web istituzionali delle amministrazioni pubbliche sono pubblicati anche i relativi bilanci e conti consuntivi, nonché i costi unitari di realizzazione delle opere pubbliche e di produzione dei servizi erogati ai cittadini. Le informazioni sui costi sono pubblicate sulla base di uno schema tipo redatto dall’ANAC, che ne cura altresì la raccolta e la pubblicazione nel proprio sito web istituzionale al fine di consentirne una agevole comparazione.
L. 6 novembre 2012, n. 190, art. 1, c. 32 (così modificato dall'art. 8, c. 2, L. n. 69 del 2015) STAZIONE APPALTANTE / RUP / IMPRESA Con riferimento agli appalti pubblici le stazioni appaltanti sono in ogni caso tenute a pubblicare nei propri siti web istituzionali: la struttura proponente; l’oggetto del bando; l’elenco degli operatori invitati a presentare offerte; l’aggiudicatario; l’importo di aggiudicazione; i tempi di completamento dell’opera, servizio o fornitura; l’importo delle somme liquidate. Le stazioni appaltanti sono tenute altresì a trasmettere le predette informazioni ogni semestre alla Commissione per la valutazione, la trasparenza e l’integrità delle amministrazioni pubbliche. Entro il 31 gennaio di ogni anno, tali informazioni, relativamente all’anno precedente, sono pubblicate in tabelle riassuntive rese liberamente scaricabili in un formato digitale standard aperto che consenta di analizzare e rielaborare, anche a fini statistici, i dati informatici. Le amministrazioni trasmettono in formato digitale tali informazioni all’ANAC, che le pubblica nel proprio sito web in una sezione liberamente consultabile da tutti i cittadini, catalogate in base alla tipologia di stazione appaltante e per regione. L’ANAC individua con propria deliberazione le informazioni rilevanti e le relative modalità di trasmissione. Entro il 30 aprile di ciascun anno, l’ANAC trasmette alla Corte dei conti l’elenco delle amministrazioni che hanno omesso di trasmettere e pubblicare, in tutto o in parte, le informazioni di cui al presente comma in formato digitale standard aperto.
Piano Nazionale Anticorruzione (PNA) 2022 STAZIONE APPALTANTE / RUP / IMPRESA Individuare all’interno del proprio sito web una sezione, denominata “Attuazione Misure PNRR”, articolata
secondo le misure di competenza dell’amministrazione, ad ognuna delle quali riservare una specifica sottosezione con indicazione della missione, componente di riferimento e investimento..
Pubblicare nella sezione “Attuazione Misure PNRR”, per ognuna delle sotto-sezioni, gli atti legislativi adottati e gli atti amministrativi emanati per l’attuazione della misura di riferimento, specificando, per ogni atto riportato:
a) la tipologia (legge, decreto legislativo, decreto-legge, decreto ministeriale, decreto interministeriale, avviso,
ecc.);
b) il numero e la data di emissione o di adozione dell’atto, con il link ipertestuale al documento;
c) la data di pubblicazione;
d) la data di entrata in vigore;
e) l’oggetto;
f) la eventuale documentazione approvata (programma, piano, regolamento, …) con il link ipertestuale al
documento;
g) le eventuali note informative.
Aggiornare tempestivamente le informazioni fornite in ciascuna sottosezione.
Circolare Dipartimento Funzione Pubblica n. 2 del 2017 - D. Lgs. 14 marzo 2013, n. 33, art. 35, c. 1 e 2 STAZIONE APPALTANTE / RUP / IMPRESA Nel caso in cui le informazioni sull'appalto non siano adeguate o sufficienti nella Banca dati dell'ANAC, la stazione appaltante deve garantire l'accesso civico a dati e documenti in suo possesso.

Documenti