menu

Portale

Semplificazione
PNRR

9. SVOLGIMENTO DELLE PROCEDURE

9.2. Bandi, avvisi e inviti

9.2.b. Domande, offerte e fissazione dei termini

FONTE CHI AZIONE
D. Lgs. n.36/2023  art.91 STAZIONE APPALTANTE Per partecipare ad una procedura per l’aggiudicazione di un appalto si utilizzerà la piattaforma di approvvigionamento digitale messa a disposizione dalla Stazione Appaltante, compilando i seguenti atti:
a)    la domanda di partecipazione;
b)    il documento di gara unico europeo;
c)     l’offerta;
d)    ogni altro documento richiesto per la partecipazione alla procedura di gara.
La domanda di partecipazione conterrà gli elementi di identificazione del concorrente e l’indicazione della forma giuridica con la quale si presenta in gara, l’eventuale dichiarazione della volontà di avvalersi di impresa ausiliaria, nonché l’indicazione dei dati e dei documenti relativi ai requisiti speciali di partecipazione di cui agli articoli 100 e 103 contenuti nel fascicolo virtuale dell’operatore economico (art.24 del Codice).
Tramite il documento di gara unico europeo (DGUE) l’operatore economico e le imprese ausiliarie dichiarano:
a)    di essere in possesso dei requisiti di ordine generale (articoli da 94 a 98 del Codice);
b)    di essere in possesso dei requisiti di ordine speciale di cui all’articolo 100 e, se richiesto, dei requisiti di cui all’articolo 103.
Il DGUE conterrà tutte le informazioni richieste dalla Stazione Appaltante e, nel caso di partecipazione alla procedura di gara nella forma aggregata prevista dagli articoli 65 e 66, anche la dichiarazione circa la ripartizione della prestazione tra i componenti del raggruppamento o tra le imprese consorziate.
Le offerte tecniche ed economiche saranno corredate dai documenti prescritti dal bando o dall’invito o dal capitolato di oneri. In esse l’operatore economico dichiarerà alla Stazione Appaltante il prezzo, i costi del personale e quelli aziendali per la sicurezza e le caratteristiche della prestazione, ovvero assumerà l’impegno ad eseguire la stessa alle condizioni indicate dalla Stazione Appaltante e dalla disciplina applicabile, nonché fornirà ogni altra informazione richiesta dalla Stazione Appaltante nei documenti di gara.
D. Lgs. n.36/2023 art.92 STAZIONE APPALTANTE Le Stazioni Appaltanti, fermi i termini minimi di cui agli articoli 71, 72, 73, 74, 75 e 76, fissano termini per la presentazione delle domande di partecipazione e delle offerte adeguati alla complessità dell’appalto e al tempo necessario alla preparazione delle offerte, tenendo conto del tempo necessario alla visita dei luoghi, ove indispensabile alla formulazione dell’offerta, e di quello per la consultazione sul posto dei documenti di gara e dei relativi allegati.
Detti termini sono prorogati in misura adeguata e proporzionale:
a)    se un operatore economico interessato a partecipare alla procedura di aggiudicazione abbia richiesto in tempo utile informazioni supplementari significative ai fini della preparazione dell’offerta e, per qualsiasi motivo, le abbia ricevute meno di sei giorni prima del termine stabilito per la presentazione delle offerte, o, in caso di procedura accelerata ai sensi degli articoli 71, comma 3, e 72, comma 6, meno di quattro giorni prima;
b)    se sono apportate modifiche significative ai documenti di gara;
c)     nei casi di comprovato malfunzionamento, pur se temporaneo, delle piattaforme digitali individuate per la procedura di affidamento.
In caso di proroga dei termini di presentazione delle offerte è consentito agli operatori economici che hanno già presentato l’offerta di ritirarla ed eventualmente sostituirla.
Se nel corso della procedura di aggiudicazione la Stazione Appaltante richiede a un operatore economico un adempimento per il quale non è previsto un termine, tale termine è di dieci giorni, salvo che sia diversamente disposto dalla stessa Stazione Appaltante.

Documenti