menu

Portale

Semplificazione
PNRR

10. FORME DI PARTENARIATO PUBBLICO-PRIVATO

10.3. Finanza di progetto

10.3.b. Altre forme di partenariato

FONTE CHI AZIONE
D. Lgs. n.36/2023 art.196, All.I.2 ENTI CONCEDENTI/SOCIETA' DI LOCAZIONE/RUP  Per finanziare la realizzazione, l’acquisizione e il completamento di opere pubbliche o di pubblica utilità gli enti concedenti possono stipulare contratti di locazione finanziaria (leasing).
La società di locazione finanziaria acquista da un operatore economico un bene esistente o da realizzare e lo cede in godimento, per un determinato periodo di tempo, alla pubblica amministrazione a fronte del pagamento di un canone periodico fisso e comprensivo di eventuali servizi accessori.
Se lo schema di contratto prevede il trasferimento del rischio operativo, ai sensi dell’art 177 si applicano, per quanto non previsto dall’art.196, le norme sulle concessioni e sugli altri contratti di partenariato pubblico-privato. In caso contrario si applicano le disposizioni in materia di appalto pubblico di lavori.
Per l’aggiudicazione del contratto l’ente concedente pone a base di gara almeno un progetto di fattibilità, comprensivo del piano finanziario. L’aggiudicatario predispone i successivi livelli progettuali ed esegue l’opera.
L'opera oggetto di locazione finanziaria segue il regime di opera pubblica ai fini urbanistici, edilizi ed espropriativi a condizione che, nel contratto medesimo, sia stabilito che al termine del periodo di locazione il committente è obbligato al riscatto. L’ente concedente può concedere il diritto di superficie sull’area pubblica dove realizzare l’opera. L’opera può essere realizzata anche su un’area nella disponibilità dell'aggiudicatario.
D. Lgs. n.36/2023 art.197 OPERATORE ECONOMICO/ENTE CONCEDENTE/ RUP Le parti determinano il contenuto del contratto di disponibilità tenendo conto dei bandi-tipo e dei contratti-tipo redatti dall’Autorità di regolazione del settore.
Il corrispettivo del contratto di disponibilità si compone di un canone di disponibilità, commisurato all’effettivo periodo per il quale l’operatore economico ha garantito il godimento dell’opera, sempre che il mancato o ridotto godimento non rientri nel rischio a carico dell’ente concedente. Quando è convenuto il trasferimento della proprietà dell'opera all’ente concedente il corrispettivo si compone anche:
a) di un eventuale contributo in corso d'opera, non superiore al 50 per cento del costo di costruzione dell'opera;
b) di un prezzo di trasferimento, da pagare al termine del contratto, determinato in relazione al valore di mercato residuo dell'opera e tenendo conto dell’importo già versato a titolo di canone di disponibilità e di eventuale contributo in corso d'opera.
D. Lgs. n.36/2023 art.198 

OPERATORI ECONOMICI/SOCIETA' DI SCOPO/INVESTITORI ISTITUZIONALI/ENTE CONCEDENTE

 

Le procedure previste per la finanza di progetto (art.193) si applicano anche a tutti i contratti di partenariato pubblico privato alternativi alla concessione.
Gli operatori economici aggiudicatari di contratti di partenariato pubblico-privato possono sempre avvalersi della facoltà di costituire una società di scopo (artt. 194 e195).
Anche gli investitori istituzionali possono partecipare alla gara, associandosi o consorziandosi con operatori economici in possesso dei requisiti per l’esecuzione dei lavori o dei servizi, qualora gli stessi ne siano privi.
D. Lgs. n.36/2023 art.199 

OPERATORI ECONOMICI/SOCIETA' DI SCOPO/ENTE CONCEDENTE

 

I crediti dei soggetti che finanziano o rifinanziano, in qualunque forma, la realizzazione di lavori pubblici, di opere di interesse pubblico o la gestione di pubblici servizi hanno privilegio generale, ai sensi degli articoli 2745 e seguenti del Codice Civile sui beni mobili, ivi inclusi i crediti, del concessionario, delle società di scopo, delle società affidatarie, a qualunque titolo, di contratti di partenariato pubblico-privato, oppure di contraenti generali.

D. Lgs.n.36/2023 art.200

 

OPERATORI ECONOMICI/ENTE CONCEDENTE

 

Nel caso di contratti di rendimento energetico o di prestazione energetica (EPC), i ricavi di gestione dell'operatore economico sono determinati e pagati in funzione del livello di miglioramento dell'efficienza energetica o di altri criteri di prestazione energetica stabiliti contrattualmente, purché quantificabili in relazione ai consumi.
D. Lgs. n.36/2023 art.201

ENTE CONCEDENTE/CITTADINI SINGOLI O ASSOCIATI

 

Per la conclusione di contratti di partenariato sociale gli enti concedenti devono predisporre un atto generale. I contratti di partenariato sociale possono essere stipulati nei seguenti casi:
a) per la gestione e manutenzione di aree riservate al verde pubblico urbano e di immobili di origine rurale destinati ad attività sociali e culturali, ceduti al Comune in esecuzione di convenzioni e di strumenti urbanistici attuativi; i cittadini costituiti in consorzio possono beneficiare di incentivi fiscali;
b) per la gestione, manutenzione e valorizzazione di piazze e strade o interventi di decoro urbano e di recupero di aree e beni immobili inutilizzati, per destinarli a fini di interesse generale, sulla base di progetti presentati da cittadini, singoli o associati che, all’uopo, beneficiano di incentivi fiscali direttamente attinenti alla attività svolta dal singolo o dalla associazione, o comunque utile alla comunità territoriale di riferimento;
c) per la realizzazione di opere di interesse locale, da acquisire al patrimonio indisponibile dell’ente concedente, sulla base di progetti presentati da cittadini, singoli o associati, e a spese di questi ultimi; l’esecuzione delle opere è esente da oneri fiscali e amministrativi, salva l'imposta sul valore aggiunto.
D. Lgs.n. 36/2023 art.202

OPERATORI ECONOMICI/ENTE CONCEDENTE

 

E' consentita la cessione di immobili in cambio di opere; in questo caso il bando di gara può prevedere:
a) il trasferimento all’operatore economico della proprietà di beni immobili dell’ente concedente a titolo di corrispettivo, totale o parziale e sulla base del loro valore di mercato;
b) il trasferimento della proprietà in un momento anteriore a quello della fine dei lavori, previa garanzia fideiussoria pari al valore dell'immobile, da prestarsi nei modi previsti dal codice per la partecipazione alle procedure di affidamento.
D. Lgs. n.36/2023 art.203 OPERATORI ECONOMICI/ENTE CONCEDENTE Per affidamento di servizi globali si intende un contratto con cui l’operatore economico è tenuto a perseguire un risultato amministrativo mediante le prestazioni professionali e specialistiche dedotte in obbligazione in cambio di un corrispettivo determinato in relazione al risultato ottenuto e alla attività normalmente necessaria per ottenerlo.
D. Lgs. n.36/2023 art.204

OPERATORI ECONOMICI/ENTE CONCEDENTE

 

L’affidamento dei servizi globali al contraente generale si realizza mediante la conclusione di un contratto che obbliga l’operatore economico a compiere un’opera e a perseguire un determinato risultato amministrativo indicato nel bando e nel contratto, con organizzazione dei mezzi necessari e con gestione a proprio rischio in cambio di un corrispettivo determinato in base al risultato ottenuto e alle prestazioni rese. L’affidamento al contraente generale è deciso dall’ente concedente tenendo conto della complessità e della eterogeneità delle prestazioni richieste e della esigenza di perseguire un risultato amministrativo di elevata qualità ed efficacia, e sempre che l’importo dell’affidamento non sia inferiore a 100 milioni di euro.
D. Lgs. n.36/2023 art.205

OPERATORI ECONOMICI/ENTE CONCEDENTE

 

Il bando individua il progetto di fattibilità tecnico-economica e indica, in relazione alle caratteristiche e alla complessità dell’opera e del risultato da perseguire, il numero minimo e massimo di concorrenti invitati, assicurando in ogni caso una effettiva concorrenza. Quando le domande di partecipazione superano il numero massimo indicato, l’ente concedente seleziona gli operatori economici da invitare, sulla base di criteri pertinenti all'oggetto del contratto, resi noti nel bando. L'aggiudicazione avviene secondo il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa.
D. Lgs. n.36/2023 art.206

ENTE CONCEDENTE/ RUP/ DIRETTORE LAVORI/COLLAUDATORI

 

Il collaudo delle infrastrutture è effettuato nei modi e nei termini previsti dalle norme in tema di appalti di lavori.
D. Lgs. n.36/2023 art.207

OPERATORI ECONOMICI/ENTE CONCEDENTE

 

Il contraente generale è una società avente per oggetto l’esercizio di una attività commerciale o una società cooperativa, o un consorzio di cooperative di produzione e lavoro previsti dalla legge 25 giugno 1909, n. 422 e dal decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 14 dicembre 1947, n. 1577, oppure un consorzio stabile come definito dal Codice:
a) in possesso dei requisiti professionali, patrimoniali e finanziari di cui al comma 2;
b) per il quale non ricorrono i motivi di esclusione di cui all'articolo agli artt. 94,95,96,97 e 98 del DLgs n 36/2023.
D. Lgs. n.36/2023 art.208

OPERATORI ECONOMICI/ENTE CONCEDENTE

 

L’affidamento di servizi globali con oggetto beni immobili si realizza mediante la conclusione di un contratto col quale un operatore economico si obbliga, con organizzazione dei mezzi necessari e con gestione a proprio rischio, a consentire all’ente concedente il miglior godimento dei beni e a perseguire un determinato risultato amministrativo indicato nel bando e nel contratto in cambio di un corrispettivo determinato in relazione al risultato ottenuto e all’attività normalmente necessaria per ottenerlo.

Documenti