menu

Portale

Semplificazione
PNRR

10. ESECUZIONE DEL CONTRATTO

10.1. Modalità di intervento nella fase esecutiva del contratto

10.1.d. Revisione prezzi

FONTE CHI AZIONE
D.Lgs. n. 36/2023 art. 120
All.II.16
RUP / STAZIONE APPALTANTE

La stazione appaltante può modificare il contratto in corso di esecuzione senza una nuova procedura di affidamento nei casi seguenti, sempre che, nelle ipotesi previste dalle lettere a) e c), nonostante le modifiche, la struttura del contratto o dell’accordo quadro e l’operazione economica sottesa possano ritenersi inalterate:
a) se le modifiche, a prescindere dal loro valore monetario, sono state previste in clausole chiare, precise e inequivocabili dei documenti di gara iniziali, che possono consistere anche in clausole di opzione; per i contratti relativi a servizi o forniture stipulati dai soggetti aggregatori restano ferme le disposizioni di cui all'articolo 1, comma 511, della legge 28 dicembre 2015, n. 208;
b) per la sopravvenuta necessità di lavori, servizi o forniture supplementari, non previsti nell'appalto iniziale, ove un cambiamento del contraente nel contempo:
1) risulti impraticabile per motivi economici o tecnici;
2) comporti per la stazione appaltante notevoli disagi o un sostanziale incremento dei costi.
Il RUP:
- autorizza le modifiche e le varianti, in caso di rinegoziazione.
- pubblica un avviso della intervenuta modifica del contratto nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.
- comunica e di trasmette all’ANAC le modifiche del contratto e le varianti in corso d’opera.

Documenti